Bepanthenol pasta lenitiva protettiva per la pelle delicata dei nostri bambini

La pelle di un neonato è sempre la prima cosa che ci colpisce: eterea, liscia, quasi trasparente. La guardi e ti rendi conto di cosa voglia dire “essere nuovo di zecca”. Ma, essendo così delicata, ha bisogno di cure adeguate. Tante ore sempre con un pannolino, sia esso usa e getta o lavabile, metterebbero a dura prova qualsiasi sederino. Un’ottima pasta protettiva, per me, si è rivelata il Bepanthenol pasta lenitiva protettiva.

Bepanthenol pasta lenitiva protettiva: come si presenta, quando serve

Le irritazioni da pannolino capitano a tutti, anche ai genitori più attenti. Non fatene una tragedia, sono quasi la norma. Per prevenirle, innanzitutto, servono una buona igiene con prodotti non aggressivi e la scelta del giusto pannolino (per esempio, un’acclamatissima e costosa marca di pannolini faceva solo danni, su mia figlia), che non deve essere mai strettissimo, visto che deve contenere i bisogni del bambino e non mettergli il sedere sottovuoto come un salume. In secondo luogo, serve un prodotto che lasci una specie di pellicola sulla pelle. Il Bepanthenol è in pasta, e non viene assorbito totalmente, pur non lasciando residui fastidiosi al tatto o eccessivamente “unti”. Inoltre, non macchia i vestiti, a differenza di qualche altra pasta. Non ha profumazioni, conservanti né altre sostanze potenzialmente irritanti, ed è efficace nel coadiuvare la rigenerazione della pelle. Una volta stesa, la pasta apparirà trasparente, dandovi modo di controllare l’evoluzione di un’eventuale irritazione. Non ostruisce i pori, cosa che avviene spesso quando utilizziamo il talco, dando quindi modo alla pelle di respirare.

Il prezzo varia dai 7 ai 10 euro per il tubo da 100 g. Il prezzo è leggermente superiore a prodotti analoghi, ma l’efficacia ripaga la differenza.

Foto: © Bepanthenol

Commenti

commenti

L'autore

Reply

Cosa ne pensi?