Caduta dei capelli: scegli i farmaci e gli integratori giusti

La caduta dei capelli è, indubbiamente, tra gli inconvenienti più temuti e frequenti che riguardano l’immagine sia maschile che femminile: si tratta di un problema che può avere diverse cause e più fattori scatenanti.

Caduta dei capelli nell’uomo: cause

La caduta di capelli negli uomini è causata da numerosi fattori: la causa forse più conosciuta ha il nome di alopecia androgenetica, e consiste nella perdita di capelli con caratteristiche di ereditarietà. In realtà, i problemi di capelli maschili possono essere riconducibili a molti fattori non genetici, come nel caso dei seguenti tipi di alopecia:

  • Alopecia seborroica: si tratta di un’anomala produzione di sebo da parte delle ghiandole sebacee situate sul nostro cuoio capelluto, dove nascono e si sviluppano i capelli. Nel caso di una iper-produzione di sebo (che può avvenire a seguito di scompensi ormonali, ed è molto comune negli anni della pubertà) è facile che si manifesti l’insorgenza di forfora grassa che, ostruendo i follicoli piliferi dove nascono e si sviluppano i nostri capelli, diventa responsabile dell’alterazione del ciclo naturale del capello.
  • Alopecia nervosa o da stress: diradamento temporaneo della chioma determinato da condizioni di forte stress con conseguenti squilibri ormonali.
  • Alopecia da carenze alimentari: per questa tipologia in particolare risulta di fondamentale importanza l’integrazione di proteine e amminoacidi da assumere anche sotto forma di integratori, specifici per la sintetizzazione della cheratina, la proteina costituente dei capelli.

Caduta dei capelli nella donna: conoscerla per combatterla

Se ne parla meno di quanto non si faccia a proposito degli uomini, benché sia un problema che interessa anche il gentil sesso: solo in Italia, ben 4 milioni di donne soffrono di calvizie. Importante, anche in questi casi, ricorrere all’assunzione di alcuni farmaci ed estratti naturali, utili soprattutto contro l’alopecia androgenetica. La melatonina (sostanza prodotta in parte anche dal follicolo pilifero, che agisce come antiossidante e rende i bulbi piliferi meno sensibili all’azione degli androgeni) garantisce degli ottimi effetti preventivi, ed è possibile sceglierla sia in lozioni da applicare sul capello che in integratori da assumere per bocca.

Integratori per la cura dell’alopecia maschile e femminile

  • La L-Cisteina: amminoacido presente nel cuoio capelluto, dalla cui presenza dipendono la crescita e il vigore dei capelli.  Essa è, infatti, fondamentale per la resistenza “meccanica” dei capelli (quella, per intenderci, da uso della spazzola). La dose consigliata è quella di 1-2 capsule (500 mg) di integratore cisteina al giorno da assumere con acqua o succo di frutta, preferibilmente lontano dai pasti. L’associazione con zinco e vitamine del gruppo B (una compressa al dì) la rende ancora più efficace per lo scopo terapeutico.
  • I Polifenoli: sostanze antiossidanti presenti nel regno vegetale, estratti di semi dell’uva o del tè verde. Tra quelli dell’uva, i più efficaci sono la quercitina, la rutina, la catechina e l’epicatechina, quest’ultima presente anche nel tè verde. L’utilizzo di questi integratori apporta diversi benefici nella protezione dei nostri capelli e nella prevenzione dei problemi ad essi correlati: proteggono il follicolo dall’infiammazione localizzata, stimolano la microcircolazione (responsabile dell’apporto dei nutrienti essenziali) e contrastano efficacemente il diradamento.

Scopri le offerte migliori per combattere la caduta dei capelli senza lo stress di andare in farmacia! PharmaTruck

Commenti

commenti

L'autore

Nessuna risposta

Reply

Cosa ne pensi?