Calvizie: in farmacia gli integratori a base di mele annurche

La calvizie si combatte con le mele annurche, una varietà originaria della Campania. A rivelarlo è stato un recente studio condotto dal Dipartimento di Farmacia dell’Università Federico II di Napoli.

I ricercatori campani, diretti da Ettore Novellino, hanno scoperto che le procianidine contenute nelle mele annurche possiedono delle proprietà antiossidanti in grado di proteggere i capelli dai fattori ambientali, genetici e metabolici causa della calvizie.

Dallo studio è partita una sperimentazione che ha portato alla formulazione degli integratori nutraceutici Apple meets hair. Gli integratori sono già disponibili nelle farmacie campane e laziali. Entro pochi mesi arriveranno in tutte le farmacie italiane.

Gli integratori nutraceutici in compresse contengono 400 mg di estratto procianidinico di Annurca, 0,20 mg di biotina, 80 mcg di seleniometionina e 21 mg di zinco acetato. A differenza dei farmaci contro la calvizie non presentano effetti collaterali.

Procianidina B2 contro la calvizie

Delle proprietà delle mele annurche contro l’alopecia ha parlato Novellino nell’ambito del Biogem di Avellino, una kermesse scientifica internazionale dedicata ad alimentazione e salute:

Valutando il contenuto polifenolico di differenti cultivar di mele – ha spiegato Novellino – abbiamo scoperto che la varietà Annurca è caratterizzata dalla più elevata concentrazione di procianidine oligomeriche e, nello specifico, di procianidina B2, rispetto a cultivar più comuni, quali Red Delicious, Granny Smith, Pink Lady, Fuji, e Golden Delicious. I capelli, protetti dalle procianidine della mela, subiscono meno danni dagli ossidanti dell’ambiente.

I benefici dei polifenoli contro la calvizie sono validi sia negli uomini che nelle donne. I trials hanno rivelato un aumento del numero di capelli per centimetro quadrato di cute. Grazie agli integratori anche il peso medio di ogni capello è aumentato.

Il trattamento, già a basse dosi (due compresse da 400 mg al giorno) e di breve durata (60 giorni), ha aumentato i livelli di citocheratina ad elevato peso molecolare (K1, K4, K5 e K6/K10).

I risultati delle sperimentazioni verranno pubblicati sulla rivista Journal of Medicinal Food. In un precedente studio condotto dai ricercatori dell’Università Federico II di Napoli le proprietà salutari delle mele annurche IGP erano state sfruttate per tenere sotto controllo il colesterolo plasmatico.

Foto: Wikimedia

Commenti

commenti

L'autore

Reply

Cosa ne pensi?