Crema pasticcera, un toccasana per migliorare l’umore

La crema pasticcera non è solo un classico della tradizione dolciaria, amato da moltissimi – grandi e piccini – e protagonista di numerose ricette golose. Si è infatti scoperto che la crema pasticcera può funzionare come farmaco naturale per migliorare l’umore: ne basta una coppa, accompagnata da due o tre biscotti, per ridurre ansia, nervosismo, e le forme meno gravi di depressione.

Com’è possibile? Semplicemente perché gli zuccheri stimolano la produzione di serotonina, un neurotrasmettitore che agisce come un ansiolitico: una dose da 30-40 g di zuccheri, corrispondenti a un paio di cucchiai di zucchero o di miele, sono in grado di migliorare l’umore nel giro di una ventina di minuti, ottenendo un effetto analogo a qualsiasi aiuto farmacologico.

La ricetta per preparare la crema pasticcera

Ingredienti per 2 persone

  • 250 ml di latte fresco intero
  • 2 tuorli d’uovo
  • 1 cucchiaio di farina bianca
  • 2 cucchiai di zucchero di canna
  • mezza scorza di limone, o di arancia, o di mandarino (a seconda dei gusti)
  • una spolverata di vaniglia in polvere

Procedimento

Unite i tuorli insieme allo zucchero e alla farina in una pentola di acciaio con fondo spesso. Mescolate energicamente con un cucchiaio fino a fare diventare la miscela gonfia e cremosa. Aggiungete il latte e mescolate ancora energicamente fino a incorporarlo perfettamente nella miscela. Sempre mescolando, continuate ad aggiungere il latte poco per volta.

Aggiungete la scorza di limone (o di arancia o di mandarino) con fiamma moderata e, sempre mescolando, fate cuocere fin quando non inizia l’ebollizione, facendo attenzione a non fare attaccare la crema sul fondo. Spegnete il fuoco continuando a mescolare. Coprite e lasciate raffreddare mescolando di tanto in tanto, quindi eliminate la scorza. La vostra crema pasticcera è pronta! Aggiungete qualche biscotto secco e… Buona pausa dolce!

Non hai tempo di andare in farmacia e ti servono i tuoi prodotti di benessere? Fai shopping online su PharmaTruck.it

Commenti

commenti

L'autore

Reply

Cosa ne pensi?