Doricum gocce auricolari e nasali per alcuni frequenti disturbi di stagione

Con l’arrivo dei primi freddi, iniziano i soliti problemi. Riniti, mal d’orecchi, insomma: tutte quelle cose che un genitore impara a conoscere. In questi casi, probabilmente, il vostro pediatra vi prescriverà un farmaco che copre entrambi i problemi, il Doricum gocce auricolari e nasali.

Indicazioni e posologia del Doricum gocce auricolari e nasali

Il Doricum contiene uno steroide ad azione antinfiammatoria, il Fluocinolone acetonide, e un antibiotico, la neomicina. Le gocce si impiegano sia in caso di riniti batteriche che di dermatosi o infezioni del condotto uditivo esterno. Non ricorrete all’autoprescrizione: il farmaco non va assunto, oltre che ovviamente in caso di ipersensibilità a uno dei componenti, in caso di infezioni micotiche, tubercolari e virali delle mucose e della cute da trattare.

Il Doricum gocce è venduto in flaconi da 10 ml, e la posologia è di 1-3 gocce per narice o condotto uditivo 3-5 volte al giorno, a seconda della prescrizione del medico. Una dose sbagliata può portare a un peggioramento dei sintomi. Ci potrebbero essere reazioni allergiche causate dalla neomicina assunta con altri antibiotici come kanamicina, streptomicina, paromomicina o gentamicina. Un uso prolungato può come sempre dare luogo a fenomeni di sensibilizzazione.

Prezzo e alcuni disagi legati al Doricum gocce auricolarie nasali

Il prezzo si aggira tra i 10 e gli 11 euro. Farmaco estremamente utile per chi ha bambini piccoli soggetti a questo tipo di disturbi, ha però lo svantaggio di avere un contagocce poco pratico integrato nel flacone. A differenza di quei cari, vecchi contagocce di una volta, con la pipetta che ti dava modo di vedere quante gocce effettivamente venivano somministrate, mettere le gocce nel naso o nell’orecchio di un bambino può risultare estremamente scomodo e, spesso, ne “cadono” più del dovuto.

Commenti

commenti

L'autore

Reply

Cosa ne pensi?