Imodium capsule 2 mg contro la diarrea: dosi, costo e controindicazioni

Imodium capsule rigide 2 mg è un medicinale da automedicazione contro la diarrea che contiene il principio attivo Loperamide cloridrato. Il farmaco è prodotto dalla casa farmaceutica JANSSEN CILAG S.p.A. e commercializzato dalla Johnson & Johnson S.p.A. Il medicinale rientra negli antidiarroici antipropulsivi.

Componenti

Oltre al loperamide cloridrato Imodium contiene lattosio, amido di mais, talco, magnesio stearato, eritrosina, indigotina, ossido di ferro giallo, ossido di ferro nero, titanio diossido e gelatina.

Come agisce Imodium

Il principio attivo Loperamide cloridrato blocca rapidamente la diarrea, intervenendo direttamente sui movimenti dell’intestino. La riduzione dei movimenti intestinali placa lo stimolo all’evacuazione. Una volta bloccata la diarrea l’organismo ha il tempo di riassimilare sali minerali e liquidi. Le feci tornano così ad avere la loro consistenza normale. Inoltre bloccando la perdita di liquidi si rimedia alla stanchezza e alla spossatezza causate dagli episodi di diarrea.

Quando può essere usato Imodium

L’uso di Imodium è consentito a partire dai 6 anni. Per i bambini di età compresa tra i 6 e i 12 anni è opportuno sentire prima il parere del pediatra. Imodium può essere impiegato solo per brevi periodi nel trattamento della diarrea occasionale acuta. Gli episodi di diarrea possono essere scatenati da stress, mestruazioni, nervosismo, pasti troppo abbondanti, stress da viaggio, cibi contaminati da batteri, sindrome del colon irritabile, gastroenterite da norovirus.

Quando prenderlo

La posologia è di 2 capsule come dose iniziale subito dopo il primo attacco di diarrea. Successivamente assumere 1 capsula a ogni nuovo episodio di diarrea fino a un massimo di 8 al giorno. I bambini e gli adolescenti di età compresa tra i 6 e i 18 anni possono assumere 1 capsula come dose iniziale seguita da 1 capsula a ogni nuovo episodio, fino a un massimo di 8 al giorno.

Le capsule sono formulate per garantire una facile deglutizione. Occorre assumerle con un po’ d’acqua. Il trattamento va interrotto non appena le feci tornano solide. In ogni caso è bene non usare Imodium per più di 48 ore e consultare il medico per individuare la causa della diarrea.

Controindicazioni

La diarrea causata da infezioni batteriche provocate da Salmonella, Shigella e Campilobacter non deve essere trattata con Imodium, così come la colite pseudomembranosa, un tipo di diarrea causata dagli antibiotici.

Il farmaco non deve essere usato dai pazienti affetti da colite ulcerosa e dai pazienti allergici ai componenti o a uno o più eccipienti del farmaco.

L’assunzione è incompatibile con l’uso di farmaci che diminuiscono la motilità intestinale. In caso di dissenteria acuta associata a febbre e sangue nelle feci è opportuno non ricorrere al farmaco e consultare il medico. Le donne in gravidanza e che allattano non devono usare Imodium. Imodium capsule rigide contiene lattosio, pertanto è sconsigliato ai soggetti intolleranti.

Avvertenze

I pazienti che soffrono di una ridotta funzionalità del fegato devono ricevere il parere positivo del medico curante prima dell’assunzione. In caso di diarrea acuta il medico valuterà l’assunzione concomitante di soluzioni di sali minerali e zuccheri volte a reintegrare i liquidi persi.

È bene sapere che Imodium blocca solo i sintomi del disturbo, ma non agisce sulle cause scatenanti.Se la diarrea dovesse peggiorare o non migliorare dopo due giorni è bene consultare il medico curante per individuare e trattare le cause del disturbo.

 

Effetti collaterali

In caso di mal di testa, stitichezza, gonfiore addominale, reazioni allergiche consultare immediatamente il medico.

Durante il trattamento prestare attenzione alla guida di veicoli e macchinari perché potrebbero insorgere vertigini, stanchezza e stordimento.

I sintomi sospetti che devono indurre a sospendere il trattamento con Imodium e a consultare il medico sono:

  • gonfiore addominale per i pazienti affetti da AIDS;
  • stipsi, gonfiore e dolore addominale.

Interazioni con altri farmaci

Il medico o il farmacista vanno messi al corrente dell’assunzione concomitante di altri farmaci. In particolare è bene informare il medico se si assume chinidina, ritonavir, ketoconazolo, itraconazolo, gemfibrozil, desmopressina, altri antidiarroici, anticolinergici; medicinali inibitori del citocromo CYP450.

Costo

Imodium capsule è venduto al costo di 7,48 euro nell’astuccio da 8 capsule.

Conservazione e scadenza

Imodium va conservato lontano dalla portata dei bambini a una temperatura inferiore ai 25°C. La data di scadenza si riferisce all’ultimo giorno del mese riportato sulla confezione.

La dieta contro la diarrea

In caso di attacchi di diarrea è bene bere molta acqua per reintegrare i liquidi persi. È consigliabile consumare cibi cotti al forno e leggeri, facili da assimilare e digerire; evitare gli alcolici, le spezie piccanti e le bevande gassate; cenare e pranzare a orari regolari.

 

Commenti

commenti

L'autore

Reply

Cosa ne pensi?