Qualche consiglio per curare l’eritema solare, tra pomate e antistaminici

State cercando di capire come curare l’eritema solare? Non vi preoccupate, in questo articolo scopriremo come agire al meglio contro pruriti e bruciori.

Una delle disavventure che accadono più frequentemente durante le vacanze estive ha a che fare con l’irritazione e ustione – più o meno grave – della pelle a causa di un’esposizione al sole troppo prolungata. Sì, i raggi UVA e UVB possono essere molto pericolosi, tanto che in alcuni casi possono portare anche allo sviluppo di tumori della pelle. Eppure l’abbronzatura esagerata fa gola ogni estate a moltissimi vacanzieri che, vuoi per testardaggine o per imprudenza, espongono eccessivamente il corpo ai raggi solari. Magari negli orari in cui il sole è più forte, restando per molto tempo senza ombrellone e crema solare. Repetita iuvant: questo comportamento è estremamente dannoso per la pelle.

Armarsi di creme lenitive, gel e pomate oleose

Se la semplice scottatura provoca bruciore e rossore, l’eritema solare è ben più fastidioso: può causare forte prurito, bruciore, vescicole e anche gonfiore. Tra i prodotti più efficaci per curare l’eritema solare troviamo gel e creme lenitive, ma anche delle pomate specifiche contro le scottature. Un esempio per eccellenza è quello di Foille, che si utilizza sia in caso di arrossamenti che di piccole ustioni.
Se i danni dell’eritema solare sono più consistenti e provocano anche la febbre, non saranno sufficienti gel e pomate: sarà necessario ricorrere a degli antistaminici o cortisonici.

Antistaminici per curare l’eritema solare

Gli antistaminici da utilizzare per curare l’eritema solare sono di vario tipo. Consigliamo di farsi consigliare dal proprio medico o dal farmacista per scegliere quello che più si adatta al vostro caso. Due esempi di antistaminici per il trattamento di eritemi troviamo Xyzal e Fenistil, che agiscono soprattutto alleviando il prurito. Ricordiamo che gli antistaminici richiedono la prescrizione medica, perciò vanno assunti con cautela e seguendo le indicazioni riportate nel foglietto illustrativo.
Durante il trattamento e nei 10 giorni successivi al trattamento è del tutto sconsigliata l’esposizione al sole.

Commenti

commenti

L'autore

Nessuna risposta

Reply

Cosa ne pensi?