Sterilizzatore a vapore per microonde Avent: uso e costi

Nei primi 6 mesi di vita del bambino, è importante assicurarsi che tutto ciò che entra in contatto con la sua bocca non possa rappresentare un pericolo in termini di germi e batteri. Ciucci e tettarelle andranno accuratamente lavati, sterilizzati e riposti. Dopo i 6 mesi, il bambino avrà sviluppato delle capacità di autodifesa maggiori e, piano piano, si potrà passare al semplice lavaggio dei suoi accessori. Anche perché, chiaramente, il bambino avrà iniziato a mettere in bocca tutto ciò che riesce ad afferrare… Fino ai 6 mesi almeno, in ogni caso, è opportuno avere qualche accortezza in più. Tra le diverse tipologie di sterilizzazione, una delle più sicure e pratiche è quella che sfrutta l’azione del vapore nel forno a microonde.

Sterilizzatore a vapore per microonde Avent: caratteristiche

Lo sterilizzatore a vapore per microonde Avent è una soluzione da tenere sicuramente presente: può contenere fino a 6 biberon Avent, vantaggio non da poco perché consente la sterilizzazione di tutti i biberon giornalieri, e ha dimensioni compatte che lo rendono utilizzabile in quasi tutti i forni a microonde. Il peso contenuto, poco al di sopra dei 700 g, lo rende perfetto da portare anche in viaggio. Lateralmente ha due impugnature che non si surriscaldano con l’uso, e ha una chiusura che ancora il coperchio senza rischiare fuoriuscite di acqua bollente quando si prende lo sterilizzatore dal forno. Se il coperchio non viene sollevato, gli oggetti al suo interno rimarranno sterili per 24 ore.

I tempi di impiego variano dai 2 ai 6 minuti, a seconda della temperatura scelta: 2 min a 1100-1850 W, 4 min a 850-1000 W, 6 min a 500-800 W. Philips Avent garantisce un’efficacia di eliminazione dei germi pari al 99,9%. Uno dei vantaggi di questo tipo di sterilizzazione è quello di non impiegare agenti chimici. Lo sterilizzatore può naturalmente essere utilizzato per sterilizzare anche altri oggetti, quali ciucci e tiralatte. Il prezzo di aggira tra i 30 e i 35 euro circa.

Foto: Philips

Commenti

commenti

L'autore

Reply

Cosa ne pensi?