Tachipirina supposte bambini: come metterle e ogni quante ore

La Tachipirina supposte prima infanzia e bambini è un farmaco analgesico e antipiretico a base di paracetamolo prodotto dalla casa farmaceutica Angelini.  Il farmaco viene  somministrato per via rettale. Gli eccipienti sono i gliceridi semisintetici solidi. Il medicinale si usa per abbassare la febbre associata all’influenza o ad altre malattie. L’antipiretico va conservato a una temperatura inferiore ai 25°C.

Formulazioni disponibili e usi

La Tachipirina supposte prima infanzia è disponibile nella formulazione da 125 mg a supposta. La Tachipirina supposte bambini è invece venduta in due formulazioni: 250 mg e 500 mg. Nei bambini è importante rispettare le dosi massime per peso corporeo. Il dosaggio per via rettale è di circa 15-20 mg/kg. La soglia di tossicità si sfora con dosi di 150 mg/kg. Il sovradosaggio si manifesta con nausea e vomito.

Generalmente le supposte vengono usate in caso la febbre superi i 38°C o quando il bambino vive una condizione di evidente disagio e vi è necessità di un abbassamento della temperatura più rapido. In caso di stati dolorosi sono invece preferibili le gocce, lo sciroppo, le compresse o le bustine perché agiscono più in fretta sul dolore.

Chiedete al pediatra ogni quanto ore somministrare le supposte di Tachipirina e le dosi indicate per il trattamento specifico del vostro bambino. Dopo la prima somministrazione bisogna somministrare altre supposte solo se necessario. Mai scendere al di sotto delle 4 ore tra una somministrazione e l’altra senza aver ricevuto l’autorizzazione del medico curante.

Tachipirina supposte prima infanzia: dosi massime per peso corporeo

tachipirina supposte prima infanziaPer la Tachipirina supposte prima infanzia da 125 mg la Angelini nel foglietto illustrativo raccomanda di non superare le 4 supposte al giorno se il bambino pesa tra i 6 e i 7 kg. Solitamente questo peso si raggiunge a un’età compresa tra i 3 e i 6 mesi. A ogni somministrazione bisogna usare solo una supposta, rispettando un intervallo di 6 ore tra una e l’altra.

Nei bambini di età compresa tra i 6 e i 18 mesi, che pesano tra i 7 e i 10 kg, si può arrivare fino a un massimo di 5 dosi giornaliere a intervalli di 4-6 ore. Nei bambini che pesano tra gli 11 e i 12 kg, di età compresa approssimativamente tra i 18 e i 24 mesi, si può arrivare fino a 6 somministrazioni al giorno a intervalli di 4 ore.

Tachipirina supposte bambini da 250 mg: dosi e intervalli da rispettare

tachipirina_supposte_bambini_250La Tachipirina supposte bambini da 250 mg può essere somministrata ogni 8 ore e massimo 3 volte al giorno se il bambino pesa tra gli 11 e i 12 kg, peso raggiunto approssimativamente a un’età compresa tra i 18 e i 24 mesi.

Se il bambino pesa tra i 13 e i 20 kg, peso raggiunto mediamente tra i 2 e i 7 anni, si può arrivare a 4 somministrazioni al giorno, rispettando un intervallo di 6 ore tra una e l’altra.

Tachipirina supposte bambini da 500 mg: dosi e ogni quanto somministrarle

supposte tachipirina da 500 mgLe supposte di Tachipirina da 500 mg possono essere somministrate fino a 3 volte al giorno ai bambini che pesano tra i 21 e i 25 kg e hanno un’età compresa tra i 6 e i 10 anni. Nei bambini che pesano da 26 a 40 kg, di età compresa tra gli 8 e i 13 anni, si può arrivare a 4 dosi al giorno a intervalli di 6 ore.

 

Come mettere una supposta al bambino

Le infermiere pediatriche presenti sul forum Pianeta Mamma consigliano di inserire le supposte dopo che il bambino ha defecato. L’ideale è che il bambino per le successive due ore non evacui. Bisogna posizionare il bambino a pancia sotto o in posizione laterale con le gambe piegate, facendo in modo che si rilassi e non contragga i glutei prima dell’inserimento. Le natiche dopo l’inserimento vanno strette delicatamente per evitare l’espulsione della supposta.

La supposta può essere riscaldata tenendola qualche secondo tra le mani prima dell’inserimento. L’inserimento deve essere graduale per evitare di fare male al bambino. Passare la supposta velocemente sotto l’acqua fredda prima dell’inserimento può svolgere un’azione lubrificante. Bisogna evitare di spezzare le supposte perché la concentrazione di principio attivo è disomogenea nella supposta. Inserire solo la metà della supposta non assicura, come per le compresse, la somministrazione di mezza dose perché il farmaco potrebbe essere più concentrato sulla punta o nella parte posteriore.

In farmacia esistono delle creme lubrificanti apposite che possono facilitare l’inserimento della supposta. In alternativa è possibile usare la formulazione in sciroppo o altre formulazioni per uso orale che assicurano un assorbimento migliore del farmaco e minore disagio nella somministrazione. Chiedete sempre consiglio al pediatra se riscontrate problemi.

Controindicazioni della Tachipirina

La Tachipirina supposte prima infanzia e bambini non deve essere utilizzata da pazienti ipersensibili al paracetamolo. L’uso è controindicato anche nelle persone affette da sindrome di Gilbert, forme gravi di anemia emolitica e insufficienza epatocellulare. La terapia non può essere protratta oltre i 3 giorni senza aver prima chiesto un parere al proprio medico curante.

Effetti collaterali e interazioni con altri farmaci

Tra gli effetti collaterali della Tachipirina figurano vertigini, arrossamento, epatite, insufficienza renale e anemia. Informate il pediatra se il bambino sta assumendo anche altri farmaci, inclusi i medicinali che non richiedono la ricetta medica e soprattutto altri farmaci che contengono paracetamolo per non sforare le dosi massime del principio. La Tachipirina aumenta la tossicità del cloramfenicolo e andrebbe somministrata con cautela anche nei pazienti che assumono rifampicina e antiepilettici come il fenobarbital.

Foto: Pharmamedix

Commenti

commenti

L'autore