Terapie e sintomi del tumore al seno, una webapp per informare

Capire quali sono i sintomi del tumore al seno non è così immediato. Le informazioni al riguardo sono molte, ma allo stesso tempo confuse. Eppure ogni donna dovrebbe essere informata a dovere, conoscere e monitorare il suo corpo per cogliere tutte le avvisaglie del caso. Il tumore alla mammella, che si concentra nel tessuto ghiandolare del seno, ha un’incidenza molto alta. Ma la notizia positiva è che, con il trascorrere degli anni, le guarigioni sono aumentate notevolmente.

Ad oggi le probabilità che un soggetto femminile si imbatta in questa malattia sono molto alte, si parla di 1 donna su 8. Il tumore al seno è tra i più frequenti, preceduto solo da quello ai polmoni. Sarebbe ideale riuscire ad accorgersi dello sviluppo della malattia quando è ancora al suo stadio iniziale. Questo è il motivo per cui, repetita iuvant, è fondamentale tenersi controllate e saper riconoscere i sintomi del tumore al seno.

Conoscere fattori di rischio e sintomi del tumore al seno

Le cause del carcinoma mammario non sono ancora state identificate, in compenso però sono stati rilevati alcuni fattori che ne aumentano il rischio. Tra questi fattori troviamo la fascia di età: le donne che hanno superato i 50 anni e sono in menopausa corrono un rischio maggiore. Se in famiglia ci sono stati altri casi di tumori al seno è bene vigilare, perché si potrebbe trasmettere in modo ereditario; in questi casi è vivamente consigliato fare un test apposito. Altri fattori che possono portare allo sviluppo della malattia sono uno stile di vita sedentario e poco sano (fumo, alcool e cattive abitudini alimentari in primis).

Bisogna puntare ad aumentare le diagnosi precoci e a prevenire il più possibile. In primo luogo, a partire dai 20 anni tutte le donne dovrebbero iniziare a praticare l’autopalpazione del seno. Anche i controlli vanno fatti con una certa regolarità: la mammografia deve diventare un appuntamento fisso.

Le cure oncologiche si sono raffinate con il tempo. Tra chemioterapia, interventi chirurgici e radioterapia gli strumenti sono più numerosi ed efficaci. A seguire troviamo anche la terapia ormonale e quella a bersaglio molecolare. In alcuni casi diverse terapie vengono combinate tra loro in modo da garantire una cura al massimo della sua efficacia.

La web app autorevole dedicata al tumore al seno

L’Associazione Italiana Oncologia Medica, assieme al contributo del Corriere della Sera, ha creato una app online per informare e sollecitare la prevenzione del tumore al seno. Questa app è pensata per tutte le donne che si informano anche facendo ricerche su web.
Le informazioni dispensate provengono da professionisti esperti e competenti. Insomma, al bando le informazioni approssimative e confuse: la web app dell’AIOM vuole proporsi come riferimento autorevole. Questa app dal contenuto informativo è disponibile in due versioni e in ben otto lingue diverse. La si può utilizzare online oppure si può scaricare su tablet e smartphone; le due versioni corrispondono ai due diversi dispositivi su cui può essere utilizzata la app.
Nota di fondamentale importanza: quando si accede alla app viene espressamente specificato che questa non va in alcun modo a sostituire il parere di un medico. Qualora una donna si accorgesse di avere i sintomi del tumore al seno dovrà prima di tutto consultare uno specialista.

Foto: via Pixabay

Commenti

commenti

Tags:

L'autore