Travocort Crema per le micosi superficiali della cute

Travocort Crema è un farmaco che appartiene alla categoria degli antimicotici topici. E’ indicato per la trattazione delle micosi superficiali della cute, che non sono altro che infezioni provocate da funghi patogeni. Questo genere di micosi può interessare sia la pelle glabra che la pelle ricoperta da peli. Se si applica sulla pelle del viso si raccomanda di fare estrema attenzione: la crema non deve in alcun modo entrare in contatto con gli occhi.

Il farmaco deve essere usato soprattutto nel caso in cui le micosi si manifestino sulla pelle attraverso delle infiammazioni o eczemi.

Composizione, posologia ed effetti collaterali

Travocort Crema è composto da diflucortolone-21-valerato (0,1%) e isoconazolo nitrato (1%). Come eccipienti abbiamo l’alcool cetostearilico e la vaselina bianca; a seguire troviamo la paraffina liquida, disodio edetato diidrato, polietilenglicole sorbitanstearato e infine acqua depurata.

Travocort Crema va applicato due volte al giorno. In caso di applicazione sulle dita di mani e piedi, la crema va spalmata su una garza sterile. Dopo una settimana la micosi dovrebbe regredire. In caso contrario, si consiglia di interrompere il trattamento e consultare il medico spiegando la situazione.

Se la crema viene applicata su un’ampia superficie cutanea e per un periodo di tempo superiore a quello indicato, potrebbero presentarsi degli effetti indesiderati. Tra questi troviamo: bruciori, irritazioni e follicoliti (infezioni acute del follicolo pilifero).
Travocort può essere utilizzato anche nelle zone genitali. Data l’assoluta delicatezza e sensibilità della cute della zona intima, il farmaco va usato con cautela. E’ bene sapere che la paraffina liquida e la vaselina presenti nella crema possono intaccare l’efficacia di profilattici e diaframmi.

Il farmaco può causare dermatiti da contatto o altre reazioni cutanee localizzate. Queste ultime sono dovute soprattutto alla presenza di alcool cetostearilico nel farmaco.

Quando usare o non usare Travocort Crema

Durante la gravidanza (specie nei primi tre mesi) e potrebbe essere rischiosa l’applicazione di questa crema. Anche l’allattamento del neonato deve far scattare un campanello di allarme: il seno non va mai trattato con Travocort. Si consiglia di utilizzarla solo in caso di reale bisogno e dopo aver consultato il parere del medico. Non deve essere usato se il soggetto è ipersensibile ai principi attivi o agli eccipienti presenti nel farmaco stesso.

E’ del tutto controindicato l’uso di Travocort Crema nelle zone che presentano lesioni dovute a malattie infettive come tubercolosi, sifilide o varicella. Lo stesso vale in caso di dermatite che interessa la zona attorno alla bocca (dermatite periorale), e di reazioni cutanee ai farmaci utilizzati per le vaccinazioni.

Travocort Crema non può essere utilizzato per un periodo di tempo superiore ai 7 giorni. Se il paziente lo usa troppo a lungo, potrebbero svilupparsi dei microrganismi che non rispondono alla componente antimicotica del farmaco. Se ciò dovesse verificarsi, bisogna ricorrere subito ad una terapia specifica e mirata. In generale, se si stanno assumendo altri medicinali, anche quelli per l’automedicazione, bisogna comunicarlo al medico o al farmacista prima dell’acquisto.

Foto: via Pixabay

Commenti

commenti

L'autore