Vacanze con i bambini: quali farmaci portare in viaggio

Vestitini e scarpe, presi. Giocattolo preferito, inserito nel bagaglio. La valigia è pronta? Nemmeno per sogno: non ci faremo rovinare le vacanze da una febbre improvvisa o dalla puntura di una vespa! Dobbiamo preparare le medicine da portare in viaggio.

Una piccola lista di medicinali indispensabili

La prima cosa che prendo solitamente è il paracetamolo, seguito dall’immancabile termometro. Poi, qualcosa da poter utilizzare in caso di punture di insetti o meduse. Disinfettanti e cerotti o garze sono il passo successivo, più una buona crema/lozione idratante in caso di eritemi o irritazioni. La soluzione salina (io preferisco quella spray) è indispensabile per i lavaggi nasali. Diciamo che questa è la versione base della scorta di medicine. Per esempio, noi portiamo sempre microclismi rettali a base di Diazepam perché la bambina ha sofferto di convulsioni e la pediatra ce li prescrisse in caso di ulteriori crisi. Personalmente, aggiungo alla lista delle gocce da utilizzare in caso di otiti e del Nurofen (dietro consiglio della pediatra).

Se vostro figlio ha qualche allergia o qualche problema particolare, saprete già cosa fare o cosa portare: ricordate di controllare la data di scadenza dei medicinali nonché la quantità, per essere sicuri di poterne disporre in viaggio. Una capatina dal pediatra per eventuali nuove prescrizioni non fa mai male. Per esempio: chiedete se è il caso di portare antistaminici, cosa fare in caso di diarrea, ecc.

Ovviamente, la lista dei medicinali e dei prodotti varia in base non solo alle esigenze, ma anche all’età del bambino: ricordo i terribili primi mesi, in cui giravo con latte in polvere e bottiglie d’acqua, perché non ero sicura di trovare ovunque acqua col giusto residuo fisso.

Non dimenticate poi che in aereo ci sono regole restrittive sui flaconi da portare nel bagaglio a mano. Un’eventuale dichiarazione del medico potrà rendere possibile l’imbarco di prodotti altrimenti non consentiti. Informatevi prima anche con la compagnia aerea. Ricordate poi che temperature eccessive possono alterare i farmaci: occhio alle condizioni di trasporto!

Foto: Pixabay

Commenti

commenti

L'autore

Reply

Cosa ne pensi?