Viagra per donne: un farmaco controverso, tra benefici ed effetti collaterali

Il viagra per donne esiste: anche il trattamento dei disturbi di natura sessuale ormai è chiamato a non fare differenze di genere. E’ stato autorizzato il 27 marzo 1998 dalla Food And Drug Administration, ente americano che regola la vendita di alimenti e medicinali. In Italia la distribuzione del “viagra rosa” ha preso avvio nell’ottobre 2015. Lo studio sulle possibili cure dei problemi di libido femminile è arrivato decisamente tardi rispetto a quello sulla libido maschile.

Probabilmente molte donne ancora non sanno dell’esistenza di un corrispondente femminile della “pillola blu”. Eppure la pillola rosa esiste, si chiama Addyi ed è nata in Germania.

Viagra per donne, una pillola per aumentare la libido

Il viagra rosa è stato studiato per curare il calo di desiderio sessuale femminile, dovuto a cause ormonali. O, semplicemente, per stimolare la libido. La paternità del farmaco va attribuita alla casa farmaceutica Boehringer Ingelheim, che ha sede a Ingelheim (Germania). Inizialmente il progetto del viagra per donne della Boehringer Ingelheim era stato respinto, perché aveva delle falle al suo interno. Fino a che nell’agosto del 2015 è arrivata l’autorizzazione della Food and Drug Administration. Della produzione si è occupata l’americana Sprout Pharmaceuticals.

Mentre la disfunzione erettile è un fenomeno facilmente identificabile, la disfunzione sessuale femminile è più complessa da diagnosticare. Il termine tecnico per questo disturbo è “disordine ipoattivo del desiderio sessuale”. Le cause della disfunzione sessuale femminile possono essere dovute a delle dinamiche psicologiche. Oppure possono essere collegate ad uno stile di vita poco sano, a problemi ormonali o a stress.
La differenza tra viagra per uomini e viagra per donne sta anche nella posologia. Il viagra rosa va preso alla sera prima di andare a letto, e i suoi effetti cominciano a manifestarsi dopo circa 6/8 settimane. L’azione della pillola va a intervenire sul rilascio della dopamina, neurotrasmettitore collegato al piacere. Il farmaco interagisce con dopamina e noradrenalina, stimolando il desiderio sessuale.

Viagra al femminile, più effetti collaterali che benefici

L’acquisto del viagra per donne, che come abbiamo visto prende il nome farmaceutico di Addyi, richiede prescrizione medica obbligatoria. Il medico, infatti, deve valutare se il quadro clinico della paziente consente l’effettiva prescrizione di Addyi. Il viagra rosa può essere assunto da donne in età fertile, dai 18 ai 49 anni.
Ci si aspettava che il viagra per donne registrasse un boom di vendite, ma così non è stato. Erano state preventivate vendite da 100/150 milioni di dollari, ma non hanno superato gli 11 milioni. Sembra che l’impopolarità del farmaco stia anche e soprattutto nella sua scarsa efficacia.
Secondo gli esperti gli effetti collaterali del viagra rosa sarebbero di gran lunga superiori ai benefici. Si parla di vertigini, sonnolenza e nausea per un aumento irrisorio del piacere sessuale. A dirlo è uno studio portato avanti da un team europeo che ha preso in analisi i casi di 5914 donne. Questo lavoro è stato però giudicato parziale, perché ha preso in considerazione donne già in menopausa. Inoltre non ha tenuto conto delle differenze culturali, che giocano un ruolo determinante nella sfera della sessualità.

Foto: via Pixabay

Commenti

commenti

L'autore

Reply

Cosa ne pensi?