Vitamina C, amica per la pelle!

La vitamina C o acido ascorbico è un potente antiossidante che contribuisce a prevenire l’invecchiamento e a proteggere dai radicali liberi, responsabili dell’invecchiamento cellulare e cutaneo. Utile anche per il sistema nervoso, è in grado di stimolare la guarigione delle ferite.

La vitamina C: dove trovarla 

È contenuta soprattutto nella frutta e nelle verdure fresche, in particolare negli agrumi, ovvero limoni, arance e pompelmi, ma è possibile trovarla anche in numerosi altri prodotti della terra:

  • frutti di bosco
  • melone
  • anguria
  • peperoni
  • asparagi
  • cime di rapa
  • broccoli
  • cavoli e cavolfiori
  • patate
  • spinaci
  • pomodori

Tra gli alimenti che la contengono di più ci sono i kiwi: la quantità pari a 500 mg di vitamina C è contenuta in 6 kiwi. Essendo una vitamina facilmente alterabile che viene distrutta dalla cottura, dalla conservazione e dall’esposizione all’aria e alla luce, è fondamentale assumere la vitamina C attraverso il consumo di alimenti freschi, in quanto contengono una maggiore quantità di vitamina.

Vuoi perdere peso? La vitamina C ti aiuta

Gli studi hanno dimostrato che le persone con alti livelli di vitamina C possono bruciare fino al 30 per cento in più di grasso durante un’attività fisica moderata. Agendo come antiossidante nella protezione da fattori ambientali come i raggi UV e/o l’inquinamento, l’acido ascorbico si rivela un vero e proprio amico per la pelle: oltre ad un’assunzione equilibrata attraverso gli alimenti, l’uso dermatologico di prodotti che contengono questa preziosa vitamina si rivela vincente nel mantenere la pelle tesa, giovane e tonica.

Via libera, poi, a delle belle spremute di arance fresche e a centrifugati golosi che mettono il buonumore: un esempio? Un bicchierone di spremuta di arancia, pompelmo, kiwi e carote: perfetto da consumare anche in vista della prima tintarella.

Su PharmaTruck.it scopri un mondo di integratori e di prodotti di bellezza specifici da ricevere comodamente a casa. Cosa aspetti?

Commenti

commenti

L'autore

Reply

Cosa ne pensi?